Il rabarbaro, pianta dalla saggezza antica

20 Apr 2021Prodotti

Il rabarbaro è conosciuto più come pianta officinale che come alimento vero e proprio, ma sono tante e diverse le sue proprietà per cui val la pena utilizzarlo in cucina con una sola accortezza: non farne “scorpacciate”!

Utilizzato da sempre nella medicina tradizionale cinese, è arrivato in Europa secoli fa e benché sia più apprezzato nei paesi anglosassoni, anche in Italia ha avuto il suo boom da inizio ‘900; si comprava in barattolo e veniva gustato quotidianamente, con uno o due cucchiaini, come medicamento.

Poi come sempre la ricerca e le mode hanno fatto i loro passi e oggi questa bella pianta dalle grandi foglie verdi e infiorescenze verde-violacee (soprattutto nella tipologia del Rabarbaro alpino, che si coltiva in montagna vicino a malghe e pascoli), si può trasformare in marmellate e confetture per una gustosa crostata o… nello spirito squisitamente british, in un gustosissimo crumbler.

rabarbaro

Le sue proprietà? È un ottimo antinfiammatorio, antimicotico e antibatterico ed è un perfetto digestivo, depurativo e lassativo.

Una volta era un alimento che i medici di famiglia consigliavano agli anziani… ora è un toccasana per persone ben più giovani che tendono a somatizzare nell’intestino il loro stress!