Febbraio, tra amore e allegria

1 Feb 2022Prodotti

Anche se febbraio è il mese più corto dell’anno, sicuramente non c’è tempo per annoiarsi!
Da San Valentino a Carnevale, è un mese pieno di amore e allegria, ma anche di deliziosi prodotti ortofrutticoli.

Scopriamoli insieme!

 

Una box per due

Non potevamo non realizzare qualcosa di speciale per celebrare al meglio San Valentino!

Abbiamo, quindi, realizzato una box dedicata a questo giorno in collaborazione con Treedom.
Al suo interno troverete: 1 cestino di fragole, 1kg di mele Pink Lady, 500gr di uva rosé senza semi, 500gr di melograno, 4 passion fruit, 2 super frullati Energy alla fragola e ciliegia, 1 mazzo di peperoncini piccanti, 1 vasetto di crema alle nocciole e cioccolato e una Treedom Card per adottare a distanza un albero della nostra Fumagalli Forest.

Il vostro albero crescerà come il vostro amore e potrete seguire online la sua evoluzione fino a quando, finalmente, darà dei frutti.

Prenota QUI la tua box… È in edizione limitata!

 

Mandarino Tardivo. Un capolavoro della natura

Il Mandarino Tardivo di Ciaculli, quartiere del Parco Agricolo di Palermo, è una varietà endemica nata da una mutazione spontanea della varietà Avana.
Fu scoperta, per caso, verso la metà del secolo scorso, quando la raccolta dei mandarini era già al termine.

È un Presidio Slow Food, tutelato anche dal Consorzio “Il Tardivo di Ciaculli”, costituito nel 1999 con l’obiettivo di tutelare e valorizzare le zone agricole della famosa Conca d’Oro.
È un frutto molto succoso e zuccherino, delizioso se mangiato fresco ma altrettanto gradevole se impiegato in granite, gelati, marmellate e liquori.

 

Puntarelle detox

Le puntarelle sono i germogli della cicoria catalogna (detta anche cicoria asparago) ed il loro utilizzo pare sia documentato dal 1500 a.C.
Erano un piatto comune nell’Antica Roma e il famoso medico Galeno già le consigliava come alimento terapeutico per disintossicare il fegato.

Il loro sapore amarognolo, tipico della famiglia delle cicorie, è indice delle proprietà depurative per il fegato che le caratterizzano.

Inoltre, stimolano anche la funzione renale producendo un effetto drenante e diuretico.

Simbolo della cucina tradizionale romana, non possono che essere consumate crude in insalata con alici, aglio e olio extra vergine d’oliva!

 

Carote o coriandoli?

La carota è originaria dell’Asia centrale, più precisamente dell’odierno Afghanistan.
Da qui si è diffusa verso Oriente, assumendo una colorazione rossa o comunque scura, e verso Occidente, virando verso il giallo e il bianco, fino ad essere selezionata accuratamente nei Paesi Bassi per ottenere l’arancione che tutti conosciamo in onore della dinastia degli Orange.

La carota arancione contiene un alto livello beta carotene (che prende il nome proprio da questa verdura) in grado di contrastare l’insorgenza dei radicali liberi.

La carota viola, che è anche le più antica, è ricca di antociani, potenti antiossidanti naturali che prevengono l’invecchiamento.

La carota gialla ha i più alti livelli di luteina, fondamentale per la salute della pelle e degli occhi.

Ogni colore porta con sé, quindi, diverse proprietà benefiche. Proprio per questo, sarebbe ottimale variare le tipologie di carota all’interno della nostra dieta.
Sorprendete i vostri bambini con questo mix di colori che richiama il Carnevale!